Esplorando i quartieri di Londra: Chiswick

Chiswick

I quartieri di Londra sono tutti diversi uno dall’altro.

Ognuno ha il proprio carattere, la propria personalità, persino i propri colori, che lo distinguono e che, con un po’ di allenamento, lo rendono facilmente riconoscibile tra tanti ad un primo sguardo.

Tanto per dire, South Kensington è prevalentemente bianco e nero, nei colori delle sue abitazioni, Notting Hill ha tutte le porticine delle case colorate, di colori rigorosamente diversi uno dall’altro, e così via.

Una delle cose che più mi piace e mi diverte è andare alla scoperta dei diversi quartieri della città, senza una meta precisa, esplorandoli uno per uno, cercando di carpirne i segreti, e concentrandomi sui dettagli.

Alcuni sono tranquilli, altri più trafficati, alcuni sono caotici e affollatissimi, ma tutti sono accomunati dal fatto di appartenere a questa magica città, e di godere della sua magica atmosfera.

Cercherò di pubblicare una serie di post dedicati ai quartieri di Londra, man mano che riuscirò a visitarli, per condividere tutte le mie scoperte.

Il primo quartiere che ho conosciuto e amato è Chiswick, nel borough di Hounslow, in West London.

E’ in zona due e tre, molto ben collegato con il centro con la District Line, e si trova, grosso modo, tra Hammersmith e Richmond.

Nei primi giorni della mia nuova vita qui sono andata quindi ad esplorarlo, ed ecco cosa ho scoperto.

img_2953

Chisick High Road

La Chiswick High Road è bellissima.

E’ la tipica via centrale di molti quartieri di Londra, che riesce a trasformare questi quartieri in veri e propri villaggi, con tantissimi negozi e caffè indipendenti, pub, banchetti che vendono frutta, cibo, e fiori, tipo mercatino rionale.

L’atmosfera tipica da villaggio si sente particolarmente al sabato mattina, quando i ritmi si fanno più rilassati e la gente indugia volentieri tra un banchetto della frutta e l’altro, scegliendo i prodotti con meticolosa attenzione.

img_3386

img_3383

Ho già capito che due cose mi fanno impazzire di Londra.

La prima sono i banchetti di fiori sparsi ovunque in mezzo alle strade che colorano il passaggio.

La seconda sono le piccole librerie di quartiere con i libri (spesso a ottimi prezzi) divisi per categoria, le copertine colorate, la musica di sottofondo e il profumo della carta stampata.

Mi piace guardare i libri uno per uno, prenderli in mano e sfogliarli senza fretta, e aspettare  che mi venga l’ispirazione per comprarne uno.

L’unico problema è che non riesco MAI ad uscire da una libreria senza cinque o sei libri quindi, anche per ragioni di spazio, devo in qualche modo limitare le mie visite.

Penso che, se non avessi tre folletti da recuperare a scuola, potrei trascorrere in libreria interi pomeriggi a rovistare tra uno scaffale e l’altro, senza stancarmi.

Questa è la mia preferita a Chiswick, si chiama Bookcase London, Bargain Books Shop, al n. 138 di Chiswick High Road, è piccolina, e sembra appena uscita da un film.

img_3625

I miei posti preferiti per mangiare

La Chiswick High Road è piena di localini dove fermarsi a mangiare, o a prendere un caffè, tutti diversi l’uno dall’altro e, come spesso accade qui a Londra, ciascuno ha il proprio carattere e la propria cultura di provenienza.

C’è il salumiere italiano (con i tavolini per fermarsi a mangiare pane e prosciutto), la brasserie francese, il locale norvegese con le zuppe e tutti i tipi di pane, il pub tipicamente inglese, la pizzeria, il sushi bar, e così via.

I miei preferiti (tra quelli che ho provato finora) sono questi.

High Road Brasserie

Deliziosa brasserie dall’aria un po’ retro’ dove prendere un’insalata o un piatto di formaggi con baguette, con il pavimento tutto fatto di piastrelle colorate una diversa dall’altra e i tavolini anche fuori.

Ideale per: un pranzo con le amiche.

img_2987

Packhorse & Talbot

Il tipico pub inglese con il bancone e il menù scritto sulla lavagna.

Dei pub inglesi mi piace tutto, le insegne, i fiori alle finestre, i tavoli in legno e i sedili in pelle, il fatto che sbucano all’improvviso, in centro come in aperta campagna; l’atmosfera tipicamente British, specialmente prima delle partite o dopo l’orario di ufficio, il cibo e, ovviamente, la birra.

Ideale per: il pranzo del Sabato prima della partita, (ricordo a tutti che ho tre figli maschi).

img_1211

img_3359

Pizzeria Franco Manca

Ormai è una catena, che ha locali in tutta Londra.

La pizza è buonissima, e gli ingredienti di prima qualità.

Birre artigianali eccellenti (se piace il genere).

Cercatela anche dalle altre parti di Londra, merita veramente.

Ideale per: quel momento nostalgico (che capita sempre) in cui hai voglia di sentirti in Italia.

Le Pain Quotidien

Anche Le Pain Quotidien è una catena, con prodotti di ottima qualità; quello di Chiswick ha tavolini all’esterno, in una piccola piazzetta un po’ appartata rispetto alla strada principale.

Si possono fare colazioni, pranzi e spuntini veloci, dolci e salati, ottimi i croissant e i pain au chocolat.

Ideale per: una sosta in qualsiasi momento della giornata.

img_3429

Valentina Fine Foods

Valentina Fine Foods è un caffè italiano, con annessa gastronomia, che vende prodotti italiani e anche cucina italiana take away.

Ideale per: quella volta in cui ti viene una voglia irrefrenabile di Pan di stelle del Mulino Bianco o di melanzane alla parmigiana.

Chiswick Park

Sulla Chiswick High Road c’è un’area molto particolare, adibita a uffici, che si chiama Chiswick Park.

E’ una zona a verde attrezzata molto moderna con costruzioni tutte di vetri (forse anche coworking), che si affacciano su vialetti ordinati e laghetti con le paperelle che sguazzano tranquille.

Non mancano panchine e caffè anche all’aperto (tipo Starbucks) dove poter fare una sosta.

img_3702

img_3705

Chiswick House and Gardens (rinvio)

Poi c’è la Chiswick House and Gardens, antica dimora circondata da parco lussureggiante che si può visitare all’interno e all’esterno.

E’ la maggiore attrazione di Chiswick e necessita di un post a parte con adeguato reportage fotografico (queste dimore sparse qua e là nei quartieri di Londra sono incantevoli, pensavo di metterne insieme tre o quattro per cercare di descrivere le atmosfere d’altri tempi che riescono ad evocare).

Il Tamigi

img_3668

img_3676

img_3395

Passeggiare lungo il Tamigi al mattino presto o al tramonto ha qualcosa di magico.

La parte che preferisco qui nei dintorni è quella che si snoda tra Chiswick e Kew Bridge, con una lunga passeggiata a pochi passi dall’acqua.

Bisogna scendere rispetto al livello della strada e proseguire lungo l’argine del fiume.

Ci si ritrova in un mondo a parte, con una vita propria molto, molto, animata.

Da una parte scorre il fiume, intervallato dai bellissimi ponti e contornato dalle fronde degli alberi, sul quale passano continuamente imbarcazioni di tutti i tipi, comprese barchette, un traghetto che fa il servizio di linea fino a Westminster, e moltissime canoe con vogatori che si allenano.

Dall’altro lato, lungo la passeggiata pedonale, ci sono piccoli pub con i tavolini fuori dove fermarsi a mangiare fish and chips guardando la vita del fiume.

Un altro posto meraviglioso dove fermarsi a scrivere.

Attraversando il ponte di Kew Bridge, si raggiungono i Kew Gardens (Royal Botanic Gardens), visitabili a pagamento, dove, su una superficie di oltre 120 ettari, si trovano oltre 40.000 varietà di piante.

L’ideale, per rendere meglio l’idea dei diversi quartieri di Londra e della loro atmosfera, sarebbe girare dei brevi video; dovrei proprio organizzarmi per fare questa cosa (dopo avere imparato a guidare con la guida dall’altra parte, sento di potercela fare).

Fatemi sapere, qui o sulla pagina Fb, se vi sembra una buona idea.

Ancora nessun commento.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *